Categorie
Concorsi
Informazioni

Data: 2009

Luogo: Albino (BG)

Esito: secondo classificato

L’elemento cardine del progetto è stato quello di considerare il paesaggio come elemento creatore della forma.

Lo spazio delimitato a sud da via Martiri di Cefalonia a ovest da via Ripa e ad est dal cimitero, si presenta come un spazio fortemente caratterizzante il contesto; la scelta progettuale sottolinea l’attuale gioco di piani che disegnano il paesaggio individuando dei punti focali nelle due emergenze costituite dal monastero e dalla chiesa di S.Pietro. L’occasione di inserire un progetto così importante risulta una possibilità per far sì che questo dialogo si rafforzi, attraverso la costruzione di una serie di relazioni con l’ambiente: il parco pubblico, lo spazio corte privato, gli spazi connettivi verdi, le superfici inclinate erbate, i filari di alberi.

I nuovi edifici scolastici prendono forma plasmando il terreno attraverso semplici gesti e sfruttando le differenze di quota preesistenti.

Questo approccio non è soltanto un modo per valorizzare lo spazio e le sue connessioni all’ambiente vallivo, ma è anche una soluzione che permette di arricchire il genius loci locale, al fine di integrare il più possibile il progetto, lasciando una grande parte di spazio verde utilizzabile come parco pubblico a servizio del quartiere e dell’intera città.

Abbiamo quindi mantenuto un approccio minimale, cercando di cogliere e amplificare gli elementi caratterizzanti dello spazio di progetto.

Attraverso delle piccole pendenze abbiamo ricavato i volumi necessari per l’inserimento delle varie funzioni, lasciando inalterato il continuum verde che fa da orizzonte visivo verso il paesaggio montano.